Cavolfiore e crema di pomodori secchi - Mindful recipes

ARAN Cucine è più che felice di ospitare le ricette consapevoli di Paola e Marina, per dare importanza al cibo, al suo potere evocativo e ai suoi segreti nascosti. Perché la cucina è il luogo ideale dove potersi prendere cura di sé.

Cos’è il mindful eating?
È un approccio più consapevole e profondo all’alimentazione, nuovamente intesa come modo di arricchire sia il corpo che la mente. È il modo per vivere armonicamente la quotidianità del cibo, riuscendo ad arricchirsi fin dal momento della preparazione.

Le nostre ospiti
Paola Iaccarino Idelson è un’entusiasta nutrizionista con anni di esperienza e numerose pubblicazioni internazionali alle spalle, autrice di un libro sul mindful eating.
Marina Mosca è una fantastica cuoca, specializzata in cucina consapevole e impegnata nel continuo perfezionamento dell’equilibrio tra alimentazione e salute.

Ricetta - Cavolfiore e crema di pomodori secchi
Oggi avevamo proprio voglia di sperimentare. E ci proviamo con un ingrediente tipicamente invernale: il cavolfiore. Un alimento ricco di elementi antiossidanti, che combattono i radicali liberi e aiutano a prevenire il cancro in modo naturale.
Come dici? Credi che sia un ingrediente noioso e poco saporito? Allora mettiamoci subito all’opera!

Gli ingredienti per 2 persone
● 200 g di cavolo
● 4 pomodori secchi
● Un cucchiaio di capperi
● 50 g di olive nere denocciolate
● Un cucchiaio di origano
● Un ciuffo di prezzemolo

Il procedimento
1. Frulla pomodori, olive, capperi e origano insieme ad un cucchiaio di olio EVO e un po’ d’acqua
2. Fai cuocere il cavolo a vapore per 6 minuti
3. Condisci il cavolo con la crema che hai ottenuto frullando
4. Impiatta e guarnisci con il prezzemolo

Ed ecco pronto il tuo piatto di Cavolfiore con salsa di pomodori secchi! Prima di assaggiarlo, però, ti va di fare un esercizio mindful?

L’esercizio mindful
L’esercizio del giorno si chiama “Chi ha fame lì dentro?”. Un nome particolare, vero? Questo esercizio nasce dalla consapevolezza che la nostra fame può scaturire da
diverse fonti
. Può essere la vista a stuzzicarci l’appetito, l’olfatto, o magari il tatto. Chiediamoci quindi, davanti a questo piatto che abbiamo appena preparato, cos’è
che ci fa venire voglia di mangiarlo
. Ci attrae con il suo aspetto? O forse con il suo profumo? Prova a toccarlo e vedi cosa senti. Adesso interroga il tuo cuore e la tua
mente su dove ti aspetti ti condurrà questo pasto. Con questa particolare attenzione, ti invitiamo a dare il primo morso al tuo cavolfiore.

Buon appetito!